Alla biblioteca per coloro che vogliono conoscere se stessi: libri che vale la pena leggere

«Re della montagna. La natura penetrante e la psicologia della competizione “, di Bronson, Ashley Merrimen

«Re della montagna. La natura penetrante e la psicologia della competizione

Non tutti possono vantare qualità di leadership, non tutti rischiano apertamente di entrare in conflitto, non tutti hanno un carattere incisivo, senza alcun problema. Tuttavia, questo non è un motivo per disperare e pensare che per questo dovrai passare tutta la tua vita in panchina.

Nel suo libro, Po Bronson e Ashley Merrimen condivideranno con voi ricerche, osservazioni e consigli sulla vita che ti aiuteranno a non confondere il tuo viso anche nelle situazioni più difficili.

“Consapevolezza flessibile. Un nuovo sguardo alla psicologia dello sviluppo di adulti e bambini “, Carol Duack

L’autore del libro è un professore di psicologia, che è stato impegnato nella propria ricerca per 20 anni. Nella sua creazione, Carod Duake dirà che il talento e le eccezionali capacità mentali non sono sempre una garanzia di successo, e in alcuni casi possono addirittura scoraggiarlo. Dal libro imparerai che ci sono due tipi di impostazioni: sulla crescita e sulla realtà, nonché sui modi per aumentare la produttività negli adulti e nei bambini.

Prepararti ti fa preoccupare, prima di tutto, di come sarai apprezzato; impostazione per la crescita – pensando al miglioramento personale.

Carol Duack

“Anni importanti”, Meg Jay

Un libro eccellente che vale la pena di leggere venti anni. Il periodo di vita da 20 a 30 anni è una specie di decennio decisivo. Fu in questo momento, secondo Meg Jay, che si formano le abitudini di quell’uomo, e ha anche diverse elezioni vitali da fare.

Laurea, primo lavoro, la creazione di famiglia … Dal libro si scoprirà quali sono i problemi e le preoccupazioni sono spesso afflitti da ventenni come far fronte con loro e non c’è bisogno di spendere i migliori anni della sua vita invano.

“Gli introversi. Come usare le caratteristiche del tuo personaggio, “Susan Kane

C’è stato a lungo uno stereotipo così inespresso nella società: una persona dovrebbe essere socievole, aperta e non cercare di trascorrere del tempo da sola, altrimenti “qualcosa non va in lui”. Molti datori di lavoro cercano di assumere dipendenti comunicativi, perché ritengono che faranno meglio ad assolvere i compiti loro assegnati.

Tutto questo ci rende introversi non si sentono lo stesso di tutto ciò che è sbagliato e inutile, che spesso porta ad una varietà di altri complessi. Con il suo libro, Susan Kane aiuta introversi ad imparare ad accettare se stessi e l’amore per quello che sono, ma dimostra anche che il livello di competenza professionisti’ in se stessi “non sono peggio di estroversi.

“Cervello: una guida rapida”, Jack Lewis, Adrian Webster

Sappiamo tutti che non usiamo il 100% delle nostre capacità e capacità. Forse è in parte perché non sappiamo davvero quanto sono grandi?

Dalla creazione di Jack Lewis e Adrian Webster imparerai molto sul funzionamento del cervello e su come migliorare significativamente le sue prestazioni.

“Personal rebranding. Come cambiare la tua immagine, mantenere una reputazione “, Dory Clarke

Molte persone hanno questi momenti nella loro vita quando si rendono conto di aver raggiunto il loro limite massimo in qualsiasi tipo di attività o in una posizione particolare e vogliono andare avanti. Ma a volte è necessario condurre un rebranding personale, che sarà discusso in questo libro.

“Alla ricerca di te stesso”, Jean Belivo

A volte, per decidere qualcosa, trovare punti di riferimento nella vita e capire meglio i propri desideri, aspirazioni e obiettivi, abbiamo bisogno di un esempio ispiratore di un’altra persona.

Un tale esempio può essere trovato in questo libro, in cui Jean Belivo, un uomo che ha compiuto un incredibile tour a piedi in tutto il mondo in 11 anni, condivide la sua storia.

Per 11 anni e 2 mesi, Jean stupa 54 paia di scarpe. Dietro di loro c’erano 75.553 chilometri di peregrinazioni e 64 paesi del mondo.

A proposito, quando Jean decise di iniziare la sua avventura, aveva 45 anni. Un meraviglioso esempio del fatto che l’età non può servire da scusa per la propria inazione.

“Impara a vedere”, Marina Moskvina

La creatività è uno stato interiore, una diversa qualità di esistenza, una vita fertile, ragionevole, generosa, ridondante. La capacità di provare gioia dalle cose più comuni, ad esempio, perché respiri o bevi tè, hai visto un amante o hai abbracciato un albero.

Marina Moskvina

Dopo aver letto questo libro, diventerai ancora più attento, imparerai a notare anche eventi apparentemente insignificanti e vedrai l’insolito nell’ordinario. Leggere il libro “Impara a vedere” può essere paragonato a una franca conversazione con un migliore amico: l’anima diventa calda e calma e tutti i problemi sembrano insignificanti e risolvibili.

“Psicologia dell’efficacia personale”, Neil Fiore

Possiamo considerarci persone attente e responsabili con un buon autocontrollo. Ma questo non significa che non commettiamo errori di tanto in tanto e non ci arrabbiamo. Neil Fiore condivide i principi di base del lavoro efficace e racconta anche come affrontare lo stress e godersi le tue attività professionali.

“Viaggio a casa”, Radhanath Swami

Tutti nel cuore hanno due cani – cattivi e buoni, e combattono costantemente tra loro. Un cane cattivo rappresenta le nostre qualità viziose: invidia, rabbia, lussuria, avidità, presunzione e ipocrisia. Un buon cane è la nostra natura divina: la capacità di perdonare, la compassione, l’autocontrollo, la generosità, l’umiltà e la saggezza. Dipende tutto dalla nostra scelta: il cane che diamo più tempo e che nutriamo di più, facendo una scelta a suo favore, ottiene più forza. Abbaierà più forte e alla fine sconfiggerà il suo rivale. Essere virtuosi significa morire di fame un cane cattivo e dar da mangiare a un buon cane.

Radhanath Swami

Un altro libro, l’autore del quale racconta la sua strada e dimostra che la vita è un viaggio incredibile, in cui c’è un posto per avventure e sogni che diventano realtà, basta fare solo un piccolo sforzo.

Bonus: cosa leggere sul Lifehacker per coloro che vogliono conoscersi meglio

  • Lui stesso uno psicologo: 20 sindromi, che vale la pena conoscere

  • Perché, prima di cercare un lavoro, devi trovarti

  • 9 modi per credere in te stesso

  • 7 prese con le quali inganniamo noi stessi

  • Leo Babauta: 36 lezioni che ho imparato, estirpando quelle vecchie e formando nuove abitudini

  • Come smettere di nuotare nel tuo negativo

  • Come fermare le emozioni, i pensieri e le azioni negative

  • RECENSIONE: “Trova te stesso. Come andare oltre gli stereotipi e trovare la propria strada “, spiega Bob Deutsch

  • Freelance o lavoro in azienda: come capire cosa vuoi veramente fare?

  • Perché tutti hanno bisogno di una missione nella vita

 E cosa ne pensi, quali libri dovrebbero essere nella biblioteca di una persona che vuole conoscersi meglio?

Add a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

+ 69 = 77