9 suggerimenti per chi usa Apple Music

Quando ho usato Spotify, mi sembrava che fosse più difficile da fare. Ma qui è apparso il servizio di streaming Apple Music con sei schede, su ognuna delle quali è possibile trovare nuova musica. Questo è quello che ho trovato.

1. Puoi scaricare musica offline e sul tuo computer

iTunes per OS X
iTunes per OS X

Questa è una delle funzioni più importanti per me. Poiché Internet mobile ad alta velocità è ancora disponibile per me solo in teoria, posso solo ascoltare musica via Web a casa. Quindi, dovresti sempre avere una dozzina di album in magazzino. Così faccio, ma ora non solo sullo smartphone, ma anche sul laptop. Il client iTunes per OS X e Windows può anche scaricare musica offline. Per fare ciò, aggiungi un album a “La mia musica”, fai clic con il tasto destro e seleziona “Rendi disponibile offline”.

2. Le raccomandazioni di servizio lasciano molto a desiderare

Ho praticamente smesso di visitare la scheda “Per te”. Non riesco ancora a ottenere il servizio per capire di cosa ho bisogno da lui, quindi la maggior parte delle proposte non ha nemmeno l’aspetto. Ma la radio e la selezione di curatori sono semplicemente meravigliosi. Ti consiglio di cercare nuova musica lì.

3. Segna ciò che non ti piace

IMG_4950 IMG_4951

Per migliorare i consigli, puoi non solo intrufolare canzoni e album, ma anche celebrare quelli che non piacciono. Per fare ciò, nella scheda “Per te”, tieni il dito sull’album o sulla playlist e nota che questo consiglio non ti piace.

4. Connect può essere disabilitato

Qui abbiamo parlato non solo di come disconnettere il servizio social e musicale Connect, ma anche come rimuovere completamente l’interfaccia di Apple Music. E se l’ultima soluzione mi sembra ridondante, allora non ho nulla contro l’eliminazione di Connect: il servizio non è ancora particolarmente utile. Dopo aver cancellato la sua posizione nel pannello dell’applicazione “Musica” verrà visualizzata la scheda “Playlist”.

5. Le playlist non devono essere scaricate offline

Molto spesso ascolto musica sulla scheda “My Music”. E se scarichi almeno un paio di playlist, allora nella libreria multimediale appariranno una decina di artisti, ognuno con una sola canzone. In un tale caos, è difficile trovare quello che volevi sentire. Pertanto, fino a quando ho trovato una soluzione migliore rispetto all’aggiunta di playlist a “Musica”, ma non a scaricarli offline. Dopodiché, devi abilitare la visualizzazione della sola musica offline e nessun esecutore extra sarà visibile.

6. Se hai usato Spotify, il tuo catalogo multimediale non è stato perso

Può essere trasferito usando l’utilità StAMP. La versione gratuita ti consente di trasferire solo 10 brani alla volta. Pertanto, ci sono due modi per uscire: o ogni 10 canzoni per ricominciare la sincronizzazione, o pagare $ 5.

7. Puoi cambiare i tuoi gusti in futuro

IMG_4947 IMG_4949

Se pensi che specificando i tuoi gusti all’inizio dell’utilizzo del servizio, non puoi cambiarli, ti sbagli. Facendo clic sull’icona dell’utente nell’applicazione “Musica”, è possibile aprire la scheda con le proprie preferenze e fare nuovamente clic sui cerchi con i generi. A proposito, due pressioni sul cerchio del genere aumentano il suo significato.

8. La musica può essere impostata sulla suoneria della sveglia

Un altro vantaggio dell’abbonamento di Apple Music è che hai una libreria musicale quasi illimitata per suonare la sveglia. Per impostare una canzone per una sveglia, devi aggiungerla a La mia musica e scaricarla offline. Quindi vai all’applicazione “Orologio”, seleziona l’allarme desiderato e installa la suoneria.

9. È possibile disconnettere la musica da remoto

A differenza di Spotify, la riproduzione in Apple Music non può essere gestita da remoto. E se, per esempio, accendo la musica sul computer e voglio disconnetterla o cambiare la traccia da remoto – non posso farlo. Forse questo è un difetto, ma se suoni la musica su un altro dispositivo, allora la sua riproduzione alle prime fermate. In casi estremi, in questo modo è possibile disattivare la musica da remoto.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

3 + 5 =