Come costruire uno studio di registrazione domestico

Quale computer è necessario per creare musica?

C’è un’opinione secondo cui qualsiasi computer rilasciato dopo il 2001 andrà bene per la musica. Questa opinione è parzialmente giustificata: tutti i PC moderni sono in grado di gestire la registrazione multicanale. Ma ci sono alcune sfumature.

In primo luogo, è necessario determinare la dimensione del dispositivo. Se ti aspetti di utilizzare un computer in spettacoli dal vivo o hai intenzione di studiare musica fuori dalla tua stanza, allora sarai più a tuo agio con un laptop. Se non si dispone di tali prospettive, si consiglia di scegliere un computer desktop con un monitor di grandi dimensioni.

Immagina il tuo browser con un paio di dozzine di schede, tra le quali devi passare rapidamente. A disagio? Con il software musicale sarà ancora più scomodo. L’interfaccia del programma per la registrazione e l’elaborazione del suono include una serie di pulsanti e manopole e le finestre del plugin si sovrappongono.

Immagine sul monitor del tecnico del suono
Qualcosa del genere a volte sembra un’immagine sul monitor del tecnico del suono. musicradar.com

Anche la scelta del sistema operativo è importante. Il software degno è ovunque, ma non tutti i programmi sono multipiattaforma. Quindi, se ti piace il sequencer Logic Pro X, allora dovresti scegliere un computer con macOS.

Presta attenzione alla memoria del computer. Gli esperti raccomandano che il volume non sia inferiore a 8 GB. Tuttavia, qui è necessario anche procedere dalle esigenze di un particolare utente. Anche la velocità contribuirà all’installazione del software sul disco SSD.

Come scegliere una scheda audio?

La convenienza di acquistare una nuova scheda audio invece della scheda audio incorporata è senza dubbio, se ti aspetti di studiare seriamente la musica. Le caratteristiche delle schede audio integrate, di norma, sono sufficienti per giochi e film, ma per un lavoro confortevole con il suono è necessario un dispositivo speciale.

Presta attenzione al numero di canali di ingresso della scheda audio. Dipenderà dal numero di strumenti che è possibile connettere contemporaneamente. Di norma, 2-4 ingressi sono sufficienti per la registrazione domestica, quindi non considereremo il segmento di dispositivi costosi per la registrazione multicanale.

Anche un fattore importante nell’acquisto – la presenza di alimentazione phantom a bordo della scheda audio. È necessaria una maggiore potenza per il dispositivo collegato se si utilizza un microfono a condensatore.

Lexicon Alpha

Lexicon Alpha
djshop.by

Scheda audio USB, che ha a bordo un ingresso strumentale e due linee, oltre a un connettore XLR. C’è una manopola per mixare il segnale dal computer al suono degli strumenti collegati. Esistono svantaggi significativi: non esiste alimentazione phantom e una regolazione separata del volume delle cuffie.

Vai al sito Web del produttore →

Focusrite Scarlett 2i2

Focusrite Scarlett 2i2
focusrite.com

Una scheda audio economica con un bel design, preamplificatori microfonici, alimentazione phantom e una funzione di monitoraggio del suono diretto, che elimina l’aspetto del ritardo.

Vai al sito Web del produttore →

Roland Tri-Capture

Roland Tri-Capture
rolandmusic.ru

Scheda audio di Roland con tre ingressi e alimentazione phantom a bordo.

Vai al sito Web del produttore →

PreSonus AudioBox 22VSL

PreSonus AudioBox 22VSL
ek.ua

Questa scheda audio vanta un ritardo minimo, oltre a un eccellente lavoro sia con il suono live che con l’interfaccia MIDI. Ha due ingressi con alimentazione phantom.

Vai al sito Web del produttore →

Queste schede audio funzioneranno bene per iniziare con il suono e per conoscere le basi delle informazioni. E la scelta di una carta professionale in segmenti di prezzo più alti è una domanda che può essere dedicata a più di un articolo.

Quali colonne sono necessarie per la musica?

Le preferenze degli amanti della musica nella scelta di un’acustica domestica possono essere molto diverse. La scelta dei monitor da studio è puramente individuale, ma in questo caso è condizionata dagli stili musicali in cui pensi di creare.

Ricorda che i monitor per il mixaggio musicale non sono necessariamente acustici per l’ascolto di musica. Il criterio principale nella scelta delle colonne di studio è la loro obiettività. L’elevato dettaglio dell’intera gamma di frequenze aiuterà a sentire le inesattezze nell’intelligenza, che possono essere liscate da colonne con diversi miglioramenti.

Il suono che sentiamo non è solo i diffusori, ma anche lo spazio in cui ci troviamo. Se non si prevede di prestare attenzione alle proprietà acustiche della stanza, non è consigliabile acquistare monitor per migliaia di dollari.

E non correre a buttare via il vecchio “jenious”. Puoi investire un sacco di soldi nell’acquisto dell’acustica, ma la maggior parte degli ascoltatori è soddisfatta di cose orribili: altoparlanti incorporati per laptop, cuffie per aspirapolvere economiche e persino una colonna nello smartphone. È necessario ottenere un buon suono anche su supporti francamente poveri, quindi utilizzare l’intera gamma di dispositivi disponibili di classi diverse per il test.

Mackie CR4

Mackie CR4
mackie.com

Opzione di bilancio per coloro che sono molto limitati nei mezzi.

Vai al sito Web del produttore →

Pioneer S-DJ50X

Pioneer S-DJ50X
pioneer-online.ru

Monitor economici con un bel design.

Vai al sito Web del produttore →

KRK Rokit 5 G3

KRK Rokit 5 G3
decks.co.uk

Monitor da studio di alta qualità con bassi profondi.

Vai al sito Web del produttore →

Si prega di notare che i monitor di qualità accettabile di solito non sono venduti in bundle, ma uno alla volta.

E le cuffie?

Quando acquisti le cuffie, non dimenticare di provarle. Il mixaggio è un processo meticoloso che richiede molte ore di lavoro, quindi la praticità gioca un ruolo chiave qui.

Crea una lista di cuffie che ti sono piaciute e confronta la loro risposta in frequenza (questa informazione può essere trovata su Internet): il suono dovrebbe essere il più fluido possibile alle frequenze coinvolte.

Grado SR60i

Grado SR60i
mycroft.su

Cuffie aperte economiche con suono neutro.

Vai al sito Web del produttore →

Beyerdynamic DT 770 Pro 80 Ohm

Beyerdynamic DT 770 Pro 80 Ohm
musik-produktiv.ru

Cuffie chiuse con cuscinetti auricolari in velluto. Hanno un design piacevole e un suono bilanciato con alte frequenze sottolineate.

Vai al sito Web del produttore →

Sennheiser HD 600

Sennheiser HD 600
amazon.com

Cuffie aperte con un design piacevole e un suono naturale neutro.

Vai al sito Web del produttore →

Cos’è un programma DAW e perché è necessario?

DAW (workstation audio digitale) è una workstation audio digitale. Sembra difficile, ma in pratica tutto è molto più semplice. DAW: l’ambiente software in cui registri e modifica la tua musica.

FL Studio, Cubase, Logic Pro X, Pro Tools, Reaper, Ableton Live, Nuendo sono i rappresentanti più famosi di un certo numero di programmi DAW, chiamati anche sequencer. Va notato che la scelta dell’ambiente software non è inferiore alla scelta di cuffie adatte. In qualsiasi sequencer elencato, è possibile creare musica di qualità accettabile, quindi tutti devono iniziare dalle proprie preferenze. Scarica demo gratuite, prova e scegli il programma DAW, giusto per te.

Image-Line FL Studio

Image-Line FL Studio
Image-Line FL Studio 12. image-line.com

Un programma sequencer con un’interfaccia intuitiva. Ottimo per la creazione e l’elaborazione di batch di strumenti virtuali, ma la funzione di registrazione dal vivo in FL Studio non è molto comoda.

Vai al sito ufficiale di Image-Line FL Studio →

Ableton Live

Ableton Live
Ableton Live 9.2.2. ruprograms.com

Ableton è stato creato come programma per spettacoli dal vivo, ma è diventato uno dei sequencer più famosi con controlli intuitivi, impostazioni flessibili e qualità accettabile degli strumenti di cucito per l’elaborazione.

Vai al sito ufficiale di Ableton Live →

Logic Pro X

Logic Pro X. macworld.com

La transizione a Logic è una fase evolutiva naturale per gli utenti avanzati di GarageBand. Ha la configurazione di base di fantastici sintetizzatori ed effetti software. Capire Logic Pro X è un po ‘più difficile rispetto allo stesso Ableton, ma gli utenti più avidi dicono che ne vale la pena.

Visita il sito ufficiale di Logic Pro X →

La tastiera e il mouse non sono abbastanza comodi dispositivi di input, quando si tratta di programmi per la creazione di musica. Naturalmente, nessuno vieta di riempire note e di prescrivere l’automazione degli effetti con il mouse, ma non è molto comodo. I controller MIDI aiuteranno a creare comunicazioni efficaci tra un musicista e un computer.

Samson Graphite M32

Samson Graphite M32
samsontech.com

Una semplice tastiera MIDI a 32 tasti.

Vai al sito Web del produttore →

AKAI MPK Mini

AKAI MPK Mini
akaipro.com

Un sintetizzatore MIDI di due ottave con controlli assegnabili e pad programmabili. Affronta il ruolo di tastiera e drum machine senza pretese, semplificando la configurazione degli effetti di automazione.

Vai al sito Web del produttore →

M-AUDIO Keystation 61 II

M-AUDIO Keystation 61 II
m-audio.com

Tastiera MIDI a cinque ottave per coloro che non si adattano alle versioni cut-down degli strumenti a tastiera.

Vai al sito Web del produttore →

Cavo da MIDI a USB

ru.aliexpress.com

Forse hai già un sintetizzatore economico-auto-gioco. Molti di questi “cacios” economici hanno un’interfaccia MIDI a 5 pin. Per collegare il sintetizzatore a un computer, è adatto un cavo economico con AliExpress.

Acquista un cavo da MIDI a USB su AliExpress →

Come usare i plugin VST e VSTi?

Il nostro programma DAW è solo una shell. Per farlo sembrare, devi installare strumenti musicali virtuali chiamati VSTi. I moderni plug-in VSTi sono in grado di ripetere il suono degli strumenti sia sintetici che live con un sufficiente grado di realismo. Il numero di plugin è di migliaia, ma ci concentreremo su quelli più popolari.

Native Instruments Massive

Un grande sintetizzatore con centinaia di preset pre-configurati a bordo. Ci piacciono particolarmente i musicisti che lavorano nei generi di musica dance.

Vai al sito Native Instruments Massive →

LennarDigital Sylenth1

Un sintetizzatore che non differisce nel suo aspetto, ma ha conquistato l’amore degli utenti per il suono, che a volte può essere confuso con il suono di veri sintetizzatori analogici.

Vai al sito LennarDigital Sylenth1 →

XLN Audio Addictive Drums 2

Uno dei migliori emulatori virtuali di percussioni dal vivo. Sono disponibili anche i preset per le drum machine più diffuse.

Vai al sito XLN Audio Addictive Drums 2 →

Per elaborare sia strumenti virtuali che live, avremo bisogno di installare effetti aggiuntivi – plug-in VST. La loro scelta non è meno ampia, ma ne daremo solo alcuni come esempio.

Antares Auto-Tune EFX 3

Plugin per coloro il cui amore per il canto è incommensurabile rispetto alla capacità di entrare in note. Auto-Tune aiuta a cancellare la traccia da note false tirandole a quelle più a destra.

Vai al sito Antares Auto-Tune EFX 3 →

Native Instruments Guitar Rig 5

Mast-hev-plugin per qualsiasi chitarrista. Con l’aiuto di Guitar Rig, puoi emulare non solo il sovraccarico della chitarra, ma anche vari effetti di modulazione o interi cabinet.

Vai al sito di Native Instruments Guitar Rig 5 →

iZotope Ozone 7

Plugin per la masterizzazione – post-elaborazione della composizione ridotta. Per quelli, la cui interfaccia sembra troppo complicata, ci sono dozzine di preset con impostazioni ottimali per diversi stili di musica.

Vai al sito iZotope Ozone 7 →

Cosa fare dopo?

Abbiamo trovato l’attrezzatura di base per il tuo studio di registrazione a casa. A questo punto, puoi iniziare a creare. La quantità e la varietà di personale che puoi integrare nel tuo studio è limitata solo dai tuoi mezzi e dalla tua immaginazione.

Ricorda che i dispositivi e gli strumenti musicali di alta qualità possono essere utilizzati per decenni, e musicisti – persone, soggette al costante desiderio di aggiornare le loro apparecchiature. Nei forum specializzati e nei gruppi VKontakte troverete non solo la comunicazione con persone affini, ma anche molte offerte per l’acquisto e la vendita di materiale musicale. Questo ti aiuterà a risparmiare parecchio quando organizzi uno studio di registrazione domestico.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

+ 17 = 23