Perché non insegnare musica per bambini

Per qualche ragione, le scuole di musica sono popolari con i genitori, come le discoteche o le scuole d’arte. L’uso delle danze può ancora essere trovato (tutto lo stesso carico fisico), ma con problemi di disegno e musica.

C’era una volta, la capacità di suonare lo strumento e disegnare negli album era un passaggio a “una società decente”. Apparentemente, da allora le persone sono certe che insegnare a un bambino a suonare il violoncello o il trombone è un ottimo modo per educare.

È tempo di riconsiderare questo approccio.

La domanda principale è perché

I genitori pensano che la scuola di musica contribuirà a sviluppare l’udito e la voce, quindi è necessario scrivere il bambino alla classe. Stop.

La prima domanda: sei sicuro di aver bisogno di sviluppare ciò che non lo è?

L’udito musicale, il senso del ritmo – è tutto acquisito nel tempo, ma se il bambino non ha una stoffa, il grande musicista non ne uscirà. Mozart, forse, e ha insegnato a suonare quasi fin dall’infanzia. Ma da allora tanto è stato deriso da tutti, e Mozart come uno è stato, ed è rimasto.

Porta il bambino a fare un provino, lascia che gli insegnanti dicano se c’è un senso nell’apprendimento. Tieni a mente che alcuni insegnanti sono pronti a versare un usignolo e dirti che genio ragazzino hai, se solo tu potessi dare soldi per le lezioni. Quindi scegli un consulente che non sia finanziariamente interessato a tuo figlio.

Seconda domanda: perché tuo figlio ha un udito e una voce?

Pensa a dove canterà il bambino oltre al concerto di reportage presso la scuola di musica. Va bene, diciamo, parteciperemo allo spettacolo e diventeremo il vincitore di “Eurovision” (anche se questo è un risultato dubbio). E dove suonerà il corno francese?

Quante persone si sono diplomate alla scuola di musica, ma non sono nemmeno diventate star del karaoke. Il loro soffitto – per suonare “The Dog Waltz” e tre accordi blasonati, se vedono lo strumento.

E per questo, ci sono voluti diversi anni per danneggiare la postura e la visione ogni giorno. Sul serio?

Non ci sono così tanti musicisti richiesti, la loro vita non è la più facile. Porta il bambino nella musica – scegli gli strumenti che almeno in qualche modo saranno utili nei gruppi musicali (dicono, con buoni scioperanti strenuenka).

4 Motivi non convincenti per cui un bambino dovrebbe essere portato in una scuola di musica

A volte i genitori mandano un bambino in una scuola di musica senza sapere perché lo fanno. E trovano persino spiegazioni sorprendenti per questo.

1. Un bambino ha bisogno di sviluppare un gusto musicale

È necessario, ma per questo non è necessario suonare nulla. È per l’educazione estetica che l’ascolto della musica è sufficiente.

Una scuola di musica è per coloro che non possono fare a meno di fare musica. Chiamando, se vuoi. Il gusto non ha niente a che fare con questo.

2. Hai qualche strumento

Non condurre un bambino alla musica solo perché hai lasciato il pianoforte o la fisarmonica di altri tempi. Da alcuni anni ci sono “Swallows” e “Seagulls”, da cui una volta a settimana spolverati con cura. È impossibile venderli, perché non sono necessari a nessuno, non sono opere di grandi maestri. E buttarlo è un peccato: qui cresceranno Julia e Petya, saranno fidanzati. Julia e Petya, ovviamente, non chiedono.

Non deridere i bambini, perché non hai abbastanza spirito per gettare via la spazzatura.

3. Devi essere il genitore giusto

La scuola di musica è ancora considerata un segno di sviluppo completo “giusto”.

Questa tendenza è già abbastanza: se non conduci il bambino nella stanza della musica, balla, poi inglese e dipingi, allora sei un cattivo genitore, sei pigro.

Il fatto che un genitore reale possa dire molto su se stesso, piuttosto che spingere un bambino verso gli insegnanti, viene accuratamente ignorato. Altrettanto diligente quanto il fatto che un genitore buono ascolti i desideri del bambino, e non un’isteria di massa per lo sviluppo iniziale.

4. Hai sognato di andare alla scuola di musica

E ‘già un fenomeno comune e tutti sanno su di esso, così in breve: se siete di qualcosa sognato, ma non si cresce insieme, non forzare il bambino a vivere una vita fittizia. Altrimenti anche il tuo bambino sognerà, ma invano: non ci sarà tempo per affrontare un sogno, la musica aspetta.

C’è solo una ragione per portare il bambino nella stanza della musica – lui stesso lo voleva.

Cosa succederà se insisti per continuare il corso

Succede anche: il bambino era interessato alla musica, ma poi ha deciso di lasciare la scuola. Non c’è da meravigliarsi: le scuole di musica deridono i bambini con la musica classica, che è di scarso interesse per chiunque (facciamolo senza snobismo). Ciò è necessario per sviluppare la tecnologia, ma gli insegnanti non adattano il tema principale del “Game of Thrones” per il quarto anno della scuola di musica. I chitarristi hanno almeno schede, con cui Internet è martellato. Il resto no.

Non dico che a volte è necessario mostrare solidità se il bambino sta per lasciare la musica a causa del capriccio, ma allo stesso tempo ha un talento. A volte devi capire perché le classi sono annoiate e aiutare ad andare avanti: cambia l’insegnante, cambia il repertorio.

Ma quando il problema è proprio la riluttanza a giocare, allora non premere. Puoi costringere il bambino a imparare e mettere un segno di spunta nella colonna “fornito uno sviluppo completo”. Solo tuo figlio allora vivrà con esso.

Se il bambino vuole fare, non deve essere costretto. E se devi costringerlo allo strumento, le conseguenze più spiacevoli ti aspettano.

  • Il bambino odierà la musica. Non puoi amare da sotto il bastone. E se costringi un bambino a studiare musica, molto probabilmente dopo la laurea, dimenticherà felicemente tutto ciò che gli è stato insegnato.
  • Il bambino ti nasconde un insulto. La tirannia dei genitori è una base instabile per costruire la fiducia.
  • Il bambino acquisirà complessi. Egli avrà paura dello strumento e discorsi, distruggere l’autostima, acquisiscono la nevrosi e anche un sacco di problemi psicologici, che appaiono in persone molto responsabili e sensibili non è il loro lavoro quando si fa. Questo è un caso difficile, ma succede.
  • Il bambino perderà tempo. Questa è una scelta delicata, se ha una psiche stabile ed è in grado con calma filosofica di trattare sciocchezze come una scuola di musica.

Approssimativamente lo stesso si può dire della scuola d’arte. Qualche abilità di disegno sarà utile se il bambino diventa un designer o un architetto. Di norma, i bambini che vogliono dipingere non possono essere fermati. Ma se un bambino con difficoltà si trascina l’attività di copia noiosa un’altra vita ancora, tutto il risultato dello sforzo sarà raccogliere la polvere in papà “Il lavoro di Petya”. Anche se questa volta potrebbe essere speso per qualcosa di più utile.

Se il bambino non è interessato a nulla, lascialo fare sport. Uno studente moderno ha bisogno di più movimento di un’educazione estetica.

L’educazione musicale e artistica non è una strada per tutti. È meglio lasciare un caso non interessante nel tempo e trovare il cerchio che porterà almeno qualche beneficio rispetto a finire la scuola e sognare di raggiungere la laurea.

Add a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *

8 + 1 =